Archivi tag: Ecomuseo dell’Agro Pontino

“Musei iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici” nel programma del Mibact per la Festa dei Musei 2018

La manifestazione “Musei iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici” che avrà luogo il 19-20 maggio presso il Museo della Terra Pontina con la partecipazione dell’Ecomuseo dell’Agro Pontino è stata inserita dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) nella lista degli eventi associati alla Festa dei musei e notte europea dei musei 2018. A questo link è possibile visionare il programma dell’evento.

European Year of Cultural Heritage 2018_ LOGO

80° di Sabaudia: cultura, turismo, economia, ecomusei al palazzo delle Poste

Si terrà giovedì 13 aprile il seminario organizzato dall’architetto Luca Falzarano, in occasione dell’80° anniversario dell’inaugurazione della città di Sabaudia. L’appuntamento è alle 16.30 presso il centro di documentazione “Angiolo Mazzoni”, l’edificio futurista dai tasselli color blu Savoia più noto come il palazzo delle Poste. All’evento intitolato “Sabaudia: Cultura, Turismo, Economia … idee per un futuro” prenderanno parte come relatori, oltre a Falzarano, l’esperto di ecomusei Angelo Valerio ed il giurista della sicurezza alimentare Michele Stocola. Moderatore sarà il giornalista Romano Tripodi.

L’architetto Falzarano ha preparato 70 immagini da proiettare. Partendo dal valore primario della Cultura (Cultura come natura, paesaggio, agricoltura, imprenditoria, storia, architettura, enogastronomia, accoglienza, sacrificio, visione, ecc.), si argomenterà sui sistemi di sviluppo economico e di marketing territoriale, per la città di Sabaudia ed il suo intero comune. Convinzione dell’architetto è che solo con la cultura si può fare turismo e con questo economia, in un percorso che non è unidirezionale ma ciclico: Ciclico nel senso di “Cultura-Turismo-Economia”. “Per tornare alla Cultura, ovvero la scoperta dell’uovo di Colombo, da sola non basta – spiega l’architetto -: serve molto di più. Bisogna saper fare sistema, saper analizzare, saper catalogare, saper coordinare, saper produrre, saper vedere, saper prevedere, saper proporre, saper parlare, ovvero, in generale c’è bisogno di “sapere”. Dunque, “Cultura-Turismo-Economia come Sapere”, tutto il resto “è effimero esercizio alla vanità”, afferma Falzarano. A testimonianza della concretezza, ed in antitesi all’effimero, l’architetto proporrà delle suggestioni attraverso immagini da lui realizzate anche con l’ausilio della grafica 3D.

ECOMUSEO_conferenza-13aprile2017

Norma (LT), workshop nazionale degli ecomusei (13-15 dicembre 2013): nuovi modelli per la rete ecomuseale

Durante la mattina di sabato 14 dicembre, dopo i saluti delle autorità comunali del Comune di Norma, spazio alle diverse realtà ecomuseali, con gli interventi di direttori e coordinatori degli ecomusei presenti al workshop. Al centro dei lavori: nuovi modelli di sviluppo comunitario, rapporto tra patrimonio e sviluppo, nuova museologia, nuovi approcci pedagogici, candidature Unesco, mappe di comunità e inventario partecipato.

ImageSergio Mancini (Sindaco del Comune di Norma) con Angelo Valerio (Presidente O.N.D.A.), Antonio Saccoccio (Direttore Ecomuseo dell’Agro Pontino) e Mauro Ferrarese (Delegato all’Urbanistica Comune di Norma).

ImageAngelo Valerio (presidente O.N.D.A, Organizzazione Nuova Difesa Ambientale)

ImageAntonio Saccoccio (direttore Ecomuseo dell’Agro Pontino)

ImageNerina Baldi (Ecomuseo delle Valli d’Argenta) con A. Saccoccio e A. Valerio

ImageGuido Donati (Rete Ecomuseale del Trentino) e Adriana Stefani

ImageMaurizio Tondolo (Ecomuseo delle Acque del Gemonese)

ImageSandra Becucci (Fondazione Musei Senesi)

ImageStefano Salbitani (ex direttore generale del Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino)

ImageRoberta Tucci (Istituto Centrale del Catalogo e della Documentazione, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo)

ImageMarco Geronimi Stoll (Rete Smarketing Altraeconomia)

ImageFabio Puddu (Coordinatore Ecomuseo dell’Alto Flumendosa) e A. Valerio

ImageAlberto Castori (Ecomuseo della Teverina) e A. Saccoccio

ImageSimone Bucri (Ecomuseo del Litorale Romano) e A. Saccoccio

Norbensis festival 2013

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

L’Ecomuseo dell’Agro Pontino (Italia) incontra l’Ecomuseu de Itaipu (Brasile)

Antonio Saccoccio ed Elisabetta Mattia (Ecomuseo dell’Agro Pontino, Italia), in visita alla diga di Itaipu, incontrano ex-operai, guide e operatori dell’Ecomuseu de Itaipu (Brasile).

ImmagineImmagineImmagine

Attività dell’Ecomuseo di Itaipu:

Espaço Educativo. Promuove azioni legate alla consapevolezza ambientale per la comunità e i visitatori.
Projeto Eureka. Orientato verso gli studenti elementari, stimola il recupero e la conservazione della memoria ambientale, sfruttando il circuito museografico.
Projeto Varanda. Diretto da famiglie che vivono nei dintorni dell’Ecomuseo, sviluppa attività durante il fine settimana, al fine di promuovere l’integrazione regionale e rafforzare l’immagine istituzionale, attraverso la valorizzazione della memoria e di educazione ambientale.
Grupo Comunidade Crescer. Realizzato con i residenti dei villaggi nella regione, promuove lo sviluppo di psicologico e intellettuale dei visitatori, rendendoli consapevoli dei problemi ambientali e contribuendo alla formazione di futuri moltiplicatori di azioni educative.
Ação Cidadã. Realizzato con bambini, svolge attività ricreative per promuovere il recupero della cittadinanza e la valorizzazione umana.

Immagine

Juvenicio Carvalho de Almeida, ex operaio, ora guida ad Itaipu, spiega come si lavorava quotidianamente alla costruzione della diga.

Immagine

Elisabetta Mattia, Juvenicio Carvalho de Almeida, Antonio Saccoccio

ImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagine

Antonio Saccoccio dialoga con un operatore dell’Ecomuseo di Itaipu all’interno dello spazio espositivo principale del complesso (Avenida Tancredo Neves, 6001 – Foz do Iguaçu – Brasil).

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Tor Tre Ponti: partita di calcio giovani vs adulti, cena comunitaria e inventario partecipativo

Tor Tre Ponti: partita di calcio tra giovani e  adulti

SFIDA_adultiSFIDA_giovaniSFIDA_partita1 SFIDA_partita2SFIDA_panchina SFIDA_rigore2SFIDA_rigore1

SFIDA_rigore3

Cena comunitaria a base di prodotti ortofrutticoli locali (pomodori, olio extra-vergine di olive, meloni, cocomeri)SFIDA_cena1SFIDA_cena2

SFIDA_torta

Dopo cena, spazio per l’inventario partecipativo.SFIDA_inventario

Incontro tra gli operatori dell’Ecomuseo dell’Agro Pontino e Gastone Gaiba, delegato della LIPU Latina

Visita al Centro di Educazione Ambientale gestito dalla LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) di Latina, incontro con Gastone Gaiba, delegato locale, che ci mostra la casa cantoniera presso cui è ospitata la sede e il giardino didattico.

LIPU_1

LIPU_7

LIPU_5

LIPU_2

Gastone Gaiba e alcuni operatori dell’Ecomuseo dell’Agro Pontino nel giardino didattico della LIPU Latina.

LIPU_6

LIPU_3

LIPU_4