Archivi tag: Ecomuseo

Prima Giornata FuturNaturista in Agro Pontino: temi e foto

Alcuni dei temi affrontati durante la Prima Giornata FuturNaturista in Agro Pontino (Sermoneta, 27 ottobre 2013) nelle tre ore di relazioni e nelle successive due di libera discussione comunitaria: la bonifica nell’Agro Pontino ieri, oggi e domani; il rapporto tra uomo, tecnica e natura; il dialogo tra il pensiero modernista e quello ambientalista; il denaro e il lavoro nell’opera degli autori d’avanguardia e nell’uso quotidiano; la moneta e le banche; vie d’uscita per la crisi economica contemporanea.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineNestore Pietrosanti e il sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli

ImmagineNestore Pietrosanti, Marcello Torelli (Università Agraria di Sermoneta), Giuseppina Giovannoli, Valentino Ruzza (Circolo Cacciatori di Sermoneta)

ImmagineAngelo Valerio (presidente O.N.D.A.), Giuseppina Giovannoli (sindaco Sermoneta)

ImmagineAngelo Valerio illustra la storia della bonifica dall’antichità ad oggi in un’ottica ecomuseale e futurnaturista.

ImmagineImmagineAntonio Saccoccio declama il brano “Ritmo eroico” scritto per l’inaugurazione di Littoria da Filippo Tommaso Marinetti.

ImmagineImmagineAntonio Saccoccio illustra prima l’evoluzione dei rapporti tra natura, uomo e tecnoscienza, poi l’importanza del mecenatismo di Marinetti in funzione anti-utilitaristica e anti-affaristica.

ImmagineImmagineImmagineAntonio Pantano introduce la figura di Ezra Pound e l’importanza del suo pensiero sulla natura del denaro.

Immagine

ImmagineGian Marco Muraro, Antonio Saccoccio, Felice Calvani, Antonio Pantano, Angelo Valerio.

ImmagineAngelo Valerio, Elisabetta Mattia, Antonio Pantano, Gian Marco Muraro.

Prima Giornata FuturNaturista in Agro Pontino (Sermoneta, 27 ottobre 2013)

Domenica 27 ottobre 2013 alle ore 10.30 a Sermoneta (LT), presso il Giardino degli Aranci e il teatro della cattedrale di S. Maria, si terrà la conferenza intitolata A che serve il denaro? Pound e Marinetti contro affarismo e denarocentrismo. Interverranno sul tema Antonio Pantano (economista poundiano) e Antonio Saccoccio (oltre-artista futurista), che presenteranno contestualmente il loro ultimo libro pubblicato dalle edizioni Avanguardia 21 e declameranno brani di Filippo Tommaso Marinetti, Ezra Pound e Giovanni Papini. Coordina e amplifica Felice Calvani; cenni storico-economici a cura di Gian Marco Muraro. La conferenza, patrocinata dal Comune di Sermoneta, costituisce il momento centrale della “Prima Giornata FuturNaturista in Agro Pontino”, che prevede, dopo i saluti del Sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli, un’interpretazione del paesaggio in chiave dinamico-evolutiva curata da Angelo Valerio (presidente O.N.D.A) e interventi di Alessandro Lusana (storico dell’arte), Marcello Torelli (delegato Università Agraria di Sermoneta), Valentino Ruzza (presidente Circolo Cacciatori Centro Storico Sermoneta). Coordina Nestore Pietrosanti. Nel corso della giornata la comunità sermonetana sarà impegnata nell’inventario partecipato per l’Ecomuseo dell’Agro Pontino e proporrà propri interventi creativi e performativi.

Immagine

Visita all’Ecomuseo Valli di Argenta e Fiera degli Ecomusei

Immagine

ImmagineImmagineFulvio Porena (direttore CEDRAV – Umbria) con A. Saccoccio e A. Valerio

ImmagineEtelca Ridolfo (Ecomuseo delle Acque del Gemonese) tra Antonio Saccoccio e Angelo Valerio (Ecomuseo dell’Agro Pontino)

ImmagineGuido Donati (Rete ecomuseale del Trentino) tra Antonio Saccoccio e Angelo Valerio (Ecomuseo dell’Agro Pontino)

ImmagineHugues De Varine e il caso messicano: la comunità è proprietaria del Museo.

ImmagineDSCN9588_OKRossella, Angelo Valerio, Adriana Stefani (Rete Ecomusei del Trentino)

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

L’Ecomuseo dell’Agro Pontino alla Fiera degli Ecomusei di Argenta

L’Ecomuseo dell’Agro Pontino parteciperà alla Fiera degli Ecomusei di Argenta (6-9 settembre 2013) con la mostra itinerante intitolata “Voci dalle acque”.

In occasione della fiera è stato organizzato il workshop “ECOMUSEI –  SOGGETTI E PROTAGONISTI” (con la partecipazione di Peter Davis, Hugues de Varine, Francesco Baratti, Ana Mercedes Stoffel, Guido Donati, Raul Dal Santo e altri).

Alcuni dei 15 pannelli (redatti da Chiara Barbato) che verranno esposti ad Argenta.

copertina

voci-dalle-acque_storie-bonifica

voci-dalle-acque_quid-divinum

voci-dalle-acque_mulini-ferriere

Il programma del workshop

ECOMUSEI – SOGGETTI E PROTAGONISTI LOCALI
Cosa fanno e cosa vogliono
7 e 8 settembre 2013

Ecomusei di Argenta e Villanova di Bagnacavallo

Il punto di vista, le esperienze di chi si muove sul territorio, i soggetti che sanno tradurre saperi sedimentati e pratiche in innovazione, beni comuni e progetti di comunità.
L’Ecomuseo può essere d’aiuto nel fornire strumenti di consapevolezza e di decisione nei processi di sviluppo locale.

Sabato 7 settembre – Pratiche, scenari ed esempi
Argenta (FE): Centro Culturale Mercato, nell’ambito di “ Arti, Sapori dagli Ecomusei” Fiera degli Ecomusei
Sessione plenaria
Domenica 8 settembre – Il territorio
Villanova di Bagnacavallo (RA): Ecomuseo delle Erbe Palustri, nell’ambito della Sagra della Civiltà delle Erbe Palustri
Delegazione responsabili ecomusei

Programma

Sabato 7 settembre 2013 – sessione plenaria
PRATICHE, SCENARI ED ESEMPI
Ore 9:30 Saluto del Sindaco di Argenta Antonio Fiorentini e apertura lavori
Coordina i lavori Nerina Baldi – Direttore Ecomuseo di Argenta
Peter Davis Emeritus Professor of Museology International Centre for Cultural and Heritage Studies, Newcastle University
Lo scenario Europeo e l’esperienza inglese
Ana Mercedes Stoffel Direttore del Museo Comunitario della Battaglia
L’esperienza portoghese e il Museo Comunitario della Battaglia – Mais – Portogallo
RACCONTI E PROGETTI
Paolo Vanzini Asd Vallesanta Il luccio e il nannufaro
Comune di Bagnacavallo
The project is co-funded by the European Union, Instrument for Pre-Accession Assistance
Segreteria organizzativa
Germana Bonoli Passione Mediterranea L’Accademia gastronomica e la tradizione delle Valli
Guido Donati Rete Ecomusei del Trentino
Candidatura a Riserva della Biosfera Unesco Ecomuseo della Judicaria e la Val di Ledro
Hugues De Varine
Nouvelle Musèologie – Esperto di sviluppo comunitario
L’Est Asiatico e l’America Latina
Dibattito
Ore 13:00 pausa pranzo
Ore 14:30 ripresa lavori
RECENTI SCENARI REGIONALI: COME EMERGONO GLI ATTORI LOCALI
Coordina i lavori Laura Carlini – Responsabile servizio Musei IBC Regione Emilia – Romagna
Intervengono:
Laila Tentoni
Vice Presidente Casa Artusi
Interpretare l’Artusi padre della cucina Gli attori locali promuovono la gastronomia, l’innovazione e lo sviluppo locale
Francesco Palumbo
Direttore area politica del territorio dei Saperi e dei Talenti – Regione Puglia
Gli Ecomusei: gestione e legami sociali in Puglia
Fausta Bressani –
Dirigente Direzione Beni Culturali – Regione Veneto
La recente legge degli ecomusei in Veneto
Marco Sandri Dirigente Settore Turismo e Beni Culturali del Comune di Argenta
Il paniere e i progetti degli ecomusei
Dibattito
Ore 17:00 fine lavori e a seguire Visita all’Ecomuseo di Argenta – Museo della Bonifica (Impianto Idrovoro di Saiarino)
Ore 20:30 cena

Domenica 8 settembre – delegazione responsabili ecomusei
Ore 8:30 Piazza Marconi Argenta Partenza in Ecobus per l’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo
IL TERRITORIO
9:30 Saluto del Sindaco del Comune di Bagnacavallo Laura Rossi e apertura lavori
Coordina i lavori Giuseppe Masetti – Responsabile Servizi Culturali Unione Bassa Romagna
Intervengono:
Maria Rosa Bagnari Responsabile Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo
I Capanni di palude e il piano territoriale: chi li sa fare oggi a Villanova
Raul Dal Santo Gruppo di lavoro comunale Agenda 21 – Comune di Parabiago
Agenda 21 all’Ecomuseo di Parabiago
Francesco Baratti Università del Salento
Gli Ecomusei di Puglia e la pianificazione partecipata
Dibattito
Un punto di vista esterno sulla situazione italiana:
Peter Davis
Ana Mercedes Stoffel
Hugues De Varine
Ore 13:00 pranzo e rientro ad Argenta

L’écomuséologie aujourd’hui: l’identité, le passé et l’avenir (Hugues de Varine)

Il y a vingt ou trente ans, le musée local et l’écomusée étaient souvent identifiés à la volonté de renforcer et de valoriser l’identité culturelle d’une population et d’un territoire, ce qui était en somme un objectif fortement conservateur. Aujourd’hui, il me semble que les promoteurs les plus avancés de l’écomuséologie, suivant la logique des auteurs de la déclaration de Santiago de 1972, s’intéressent plus à la dimension culturelle du développement, appuyée sur le patrimoine comme capital social et facteur dynamique: l’identité n’est plus un ancrage dans le passé, c’est quelque chose d’inachevé qu’il faut construire (inventer) pour l’avenir.

(Hugues de Varine)

Sabaudia: visita alla famiglia Capponi, intervista e inventario partecipativo

Sabaudia: visita alla famiglia Capponi, intervista e inventario partecipativo. La famiglia Capponi è l’unica famiglia che vive da sempre sulle sponde  del lago di Sabaudia, portando avanti diverse attività produttive (allevamento, coltivazioni, pesca, trasporti sul lago, etc.)

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Silvano Capponi (n. 1941) spiega la vita della famiglia Capponi sul lago di Sabaudia a partire dal 1870.

Immagine

I fratelli Silvano e Bruno Capponi raccontano la loro vita sul lago di Sabaudia.Immagine

Bruno Capponi, il barcaiolo del lago di Sabaudia.Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

La Signora Capponi alla prese con galline, oche e faraone.

Immagine

Immagine

Norma: incontro con l’Associazione Norbensis e inventario partecipativo

Norma: incontro con l’Associazione folklorica Norbensis, che lavora all’inventario partecipativo con gli operatori ecomuseali dell’Agro Pontino

Immagine

Immagine

Immagine

L’architetto Fabio Massimo Filippi

Immagine

NORMA_191

Alcune vedute dell’Agro Pontino da Norma (si notano in primo piano l’oasi di Ninfa e il fiume Ninfa)

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine